11/06/2015

NASPI (NUOVA PRESTAZIONE DI ASSICURAZIONE SOCIALE PER L’IMPIEGO)

La NASpI, in vigore dal 1° maggio 2015, ha la funzione di fornire una tutela di sostegno al reddito ai lavoratori con rapporto di lavoro subordinato che abbiano perduto involontariamente la propria occupazione e sostituisce le indennità di disoccupazione ASpI e mini-ASpI.

Soggetti interessati
Sono destinatari dell’indennità NASpI tutti i lavoratori dipendenti, compresi:
– gli apprendisti;
– i soci lavoratori di cooperativa che abbiano stabilito, con la propria adesione o successivamente all’instaurazione del rapporto associativo, un rapporto di lavoro in forma subordinata;
– il personale artistico con rapporto di lavoro subordinato.
Sono esclusi i dipendenti a tempo indeterminato delle pubbliche amministrazioni e gli operai agricoli a tempo determinato o indeterminato.

Requisiti
I lavoratori devono presentare congiuntamente i seguenti requisiti:
– essere in stato di disoccupazione;
– far valere nei 4 anni precedenti l’inizio del periodo di disoccupazione, almeno 13 settimane di contribuzione;
– far valere 30 giornate di lavoro effettivo, a prescindere dal minimale contributivo, nei 12 mesi che precedono l’inizio del periodo di disoccupazione.

Misura
L’importo della prestazione è pari al 75% della retribuzione media mensile (determinata dall’INPS sulla base dell’imponibile ai fini previdenziali degli ultimi 4 anni), nel caso in cui la retribuzione mensile di riferimento sia pari o inferiore, per l’anno 2015, a euro 1.195,00.
Qualora la retribuzione media di riferimento sia superiore all’importo di 1.195,00 euro mensili, la misura dell’indennità NASpI è pari al 75% del predetto importo incrementato di una somma pari al 25% del differenziale tra la retribuzione mensile e l’importo di 1.195,00 euro.
L’indennità NASpI non può in ogni caso superare, nel 2015, l’importo massimo mensile di 1.300,00 euro.
L’indennità si riduce del 3% ogni mese a decorrere dal primo giorno del 4° mese di fruizione (91° giorno della prestazione).

Durata
La NASpI è corrisposta mensilmente, per un numero di settimane pari alla metà delle settimane di contribuzione degli ultimi 4 anni.
Ai fini del calcolo della durata non sono computati i periodi contributivi che hanno già dato luogo ad erogazione delle prestazioni di disoccupazione, anche nel caso in cui l’indennità sia stata liquidata anticipatamente quale forma di incentivo all’imprenditorialità.
Per gli eventi di disoccupazione verificatisi dal 1° gennaio 2017 la durata di fruizione della prestazione è limitata a un massimo di 78 settimane.

Termini e modalità di presentazione della domanda
La richiesta di NASpI deve essere presentata, esclusivamente in via telematica all’INPS, dagli interessati entro il termine di decadenza di 68 giorni dalla cessazione del rapporto di lavoro.

Decorrenza
La NASpI spetta a decorre:
– dall’8° giorno successivo alla data di cessazione dell’ultimo rapporto di lavoro, se la domanda è presentata entro l’8° giorno;
– dal 1° giorno successivo alla data di presentazione della domanda, nel caso in cui la domanda sia stata presentata successivamente all’8° giorno.

NEWS

  • DECRETO SOSTEGNI

    25 Marzo 2021 Il Consiglio dei Ministri ha approvato il Decreto Legge c.d. Sostegni, per far fronte al perdurare dell’emergenza... Mostra articolo

  • LEGGE DI BILANCIO 2021

    12 Gennaio 2021 Incentivo all’occupazione giovanile Per le assunzioni a tempo indeterminato, nonché le trasformazioni a tempo indeterminato di contratti... Mostra articolo