1 Luglio 2019

A decorrere dal 1° aprile 2019 le domande di Assegno per il Nucleo Familiare dei lavoratori dipendenti devono essere presentate all’INPS, in modalità telematica, direttamente dal lavoratore per il tramite:

– del portale, se il richiedente è in possesso del PIN dispositivo per poter accedervi;

– di un patronato abilitato.

L’INPS provvederà, poi, a verificare il diritto del lavoratore a beneficiare dell’ANF e determinare la misura della prestazione, individuando gli importi giornalieri e mensili spettanti in riferimento alla composizione del nucleo familiare e dei redditi conseguiti nel periodo di riferimento preso a base del diritto.

Qualora si verifichi una variazione del nucleo familiare, il lavoratore dovrà presentare, sempre in modalità telematica, una domanda di variazione.

L’Istituto, con il messaggio n.1777 del 08.05.2019, ha precisato che i lavoratori devono comunicare l’esito positivo della richiesta al proprio datore di lavoro.

Lo Studio per poter corrispondere l’importo autorizzato dall’INPS ha quindi la necessità di avere la ricevuta di presentazione e il relativo esito positivo, diversamente non sarà possibile dar seguito all’erogazione dell’importo ANF, che rimarrà sospeso.

 

NEWS