19 Marzo 2018

L’Ispettorato Nazionale del Lavoro (INL), con la Lettera circolare n.49 del 15.03.2018, ha precisato il divieto di stipula di un contratto di lavoro intermittente (lavoro a chiamata) in assenza della valutazione dei rischi.

In particolare stabilisce che il datore di lavoro che utilizza il contratto intermittente senza aver prima disposto il Documento per la Valutazione dei Rischi per la salute e la sicurezza sul lavoro sarà sanzionato con la trasformazione di detto contratto a tempo indeterminato.

Restiamo a disposizione per eventuali chiarimenti.

 

NEWS

  • DECRETO SOSTEGNI

    25 Marzo 2021 Il Consiglio dei Ministri ha approvato il Decreto Legge c.d. Sostegni, per far fronte al perdurare dell’emergenza... Mostra articolo

  • LEGGE DI BILANCIO 2021

    12 Gennaio 2021 Incentivo all’occupazione giovanile Per le assunzioni a tempo indeterminato, nonché le trasformazioni a tempo indeterminato di contratti... Mostra articolo